Attenzione: la clausola “non trasferibile” è obbligatoria per assegni bancari di importo pari o superiore a € 1000 – in caso di violazione, sanzioni inasprite.

Da luglio 2017, con l’entrata in vigore del Decreto Legislativo n. 90/17 che ha recepito la IV Direttiva europea antiriciclaggio, sono state inasprite le sanzioni amministrative, previste per le infrazioni a questa normativa. L’articolo 63 dello stesso decreto legislativo, ha introdotto nuove e molto pesanti sanzioni pecuniarie. La discrezionalità in tema di sanzioni, parte dal minimo di 3.000 euro fino ad arrivare alla considerevole cifra di 50.000 euro.

Ricordiamo che gli assegni bancari e postali emessi per importi pari o superiori a 1.000 euro devono recare l’indicazione del nome o della ragione sociale del beneficiario e la clausola di non trasferibilità.

I nuovi libretti di Assegni, riportano tale clausola già prestampata.

Con l’occasione, Vi invitiamo a verificare che gli assegni, in Vostro possesso, riportino la nuova denominazione PrimaCassa Fvg e la clausola prestampata, NON TRASFERIBILE, in caso contrario, potete rivolgerVi alla Vostra succursale di riferimento e richiederne uno nuovo.

Si invita pertanto la gentile clientela a voler prendere buona nota di tali disposizioni normative al fine di evitare, in caso di violazione delle stesse, la conseguente applicazione delle citate sanzioni.

Ogni ulteriore informazione potrà essere richiesta al nostro personale dipendente.