PrimaCassa – Credito Cooperativo FVG aderisce al “Conciliatore Bancario” – Associazione per la soluzione delle controversie bancarie, finanziarie e societarie.
 La Banca aderisce anche all’Arbitro Bancario Finanziario. L’Arbitro Bancario Finanziario (ABF) è un sistema di risoluzione delle liti tra i clienti e le banche e gli altri intermediari che riguardano operazioni e servizi bancari e finanziari. È detto “stragiudiziale” perchè offre un’alternativa più semplice, rapida ed economica rispetto al ricorso al giudice, che spesso invece comporta procedure complesse e anche molto lunghe.
Presso PrimaCassaFVG è attivo l’Ufficio Reclami al quale ogni cliente potrà rivolgersi per iscritto con una delle seguenti modalità:

– lettera raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata aPrimaCassa – Credito Cooperativo FVG – Ufficio Reclami – via Cividina, n. 9 – 33035 Martignacco (UD);
– in via informatica all’indirizzo e-mail della banca: info@primacassafvg.it o all’indirizzo di posta elettronica certificata: info@pec.primacassafvg.it;
– consegna allo sportello della succursale presso cui è intrattenuto il rapporto, dietro rilascio di ricevuta.

La Banca risponderà entro 30 giorni dal ricevimento. Per i reclami aventi ad oggetto i servizi di investimento, la Banca risponderà entro 60 giorni dal ricevimento.

Reclami su prodotti e servizi bancari e finanziari

Se il cliente non è soddisfatto o non ha ricevuto risposta entro i termini previsti, prima di ricorrere al giudice può rivolgersi a:

– Arbitro Bancario Finanziario (ABF). Informazioni sul sito www.arbitrobancariofinanziario.it, presso le Filiali della Banca d’Italia, oppure chiedere alla banca;

–  Conciliatore BancarioFinanziario. Se sorge una controversia con la banca, il cliente può attivare una procedura di mediazione finalizzata alla conciliazione, che consiste nel tentativo di raggiungere un accordo con la banca, grazie all’assistenza di un conciliatore indipendente. Per questo servizio è possibile rivolgersi al Conciliatore BancarioFinanziario (Organismo iscritto nel Registro tenuto dal Ministero della Giustizia), sito internet www.conciliatorebancario.it.

Se il cliente non si è avvalso della facoltà di ricorrere ad uno degli strumenti sopra riportati e intende rivolgersi al giudice, deve preventivamente, pena l’improcedibilità della domanda, rivolgersi all’ABF oppure attivare una procedura di mediazione finalizzata alla conciliazione presso il Conciliatore BancarioFinanziario.

Il cliente e la Banca possono concordare, anche successivamente alla conclusione del contratto, di rivolgersi ad un organismo di mediazione diverso dal Conciliatore BancarioFinanziario purchè iscritto nell’apposito registro ministeriale.

 

Reclami su servizi e attività di investimento

Se la controversie ha per oggetto la prestazione di servizi di investimento o di gestione collettiva del risparmio e il cliente non è soddisfatto o non ha ricevuto risposta entro i termini previsti può rivolgersi all’Arbitro per le Controversie Finanziarie – ACF. Per sapere come rivolgersi all’Arbitro per le Controversie Finanziarie si può consultare il sito. Il diritto di ricorrere all’ACF non può formare oggetto di rinuncia da parte dell’investitore ed è sempre esercitabile, anche in presenza di clausole di devoluzione delle controversie ad altri organismi di risoluzione extragiudiziale contenute nei contratti.

Se il cliente intende rivolgersi al giudice, deve preventivamente, pena l’improcedibilità della relativa domanda, rivolgersi all’ABF se la controversia abbia ad oggetto il deposito a custodia e amministrazione di strumenti finanziari oppure attivare una procedura di mediazione finalizzata alla conciliazione presso il Conciliatore BancarioFinanziario se la controversia ha ad oggetto servizi e attività di investimento o la vendita di prodotti finanziari emessi dalla banca o il deposito a custodia e amministrazione di strumenti finanziari.

Il cliente e la Banca possono concordare, anche successivamente alla conclusione del contratto, di rivolgersi ad un organismo di mediazione diverso dal Conciliatore BancarioFinanziario purchè sia iscritto nell’apposito registro ministeriale.

Reclami in materia di intermediazione assicurativa

Il cliente può presentare un reclamo per iscritto in banca anche per la violazione di obblighi di comportamento cui gli itnermediari sono tenuti nei confronti dei contraenti polizze assicurative (obblighi descritti nell’allegato 7A del Regolamento ISVAP n. 5/2006, affisso in Succursale). Per maggiori informazioni è a disposizione l’“Informativa sulla procedura reclami in materia di intermediazione assicurativa”.